CaffeNero | Il Cannocchiale blog
.

  CaffeNero [ Meta blog delle Destre e non solo... ]
         









NOTE LEGALI. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio
che provvederà alla loro pronta rimozione."


Blog\Autori;

Politiche Giovanili:

- kinasafronte
 
www.Made_in_Italy.ilcannocchiale.it

- Simone 
www.simoneinarcadia.altervista.org

Controstoria e Revisionismo:

- Pike

- Caposkaw

Politica Attuale:

- mauromauro



Blog aderenti:

www.colognoinazione.ilcannocchiale.it 
www.forza_e_onore.ilcannocchiale.it
www.ercolinamilanesi.com




2 luglio 2008

VOLETE VEDERE UN GHETTO? SENZA SCOMODARE LE BANLIEUES PARIGINE FATEVI UN GIRO A ZINGONIA, IN PROVINCIA DI BERGAMO

 

Ieri, per lavoro, ho visitato Zingonia, più precisamente piazza Affari e poi la poco distante zona artigianale di via Bergamo.

Appena sceso dall'auto, mi si è avvicinato un magherebino che mi ha offerto della droga.E questa è la premessa.

Impressionante di piazza Affari, è il numero di immigrati di origine maghrebina, ben vestiti ben pasciuti ma sfaccendati, che affollavano i tavolini all'aperto dei numerosi bar e kebab durante orari di lavoro .

Mi ha stupito l'assenza di senegalesi e indiani, che purtuttavia sono le etnie più presenti a Zingonia oltre ai maghrebini . 

Nei giardini adiacenti piazza Affari, numerosi scooter senza targa e rifiuti;  perlopiù lattine e bottiglie di birra vuote.

Ho scambiato due parole con un ragazzo di origine maghrebina (anche se  teneva a precisare di essere cittadino italiano ) . M'ha detto :  " Vedi ( e li indicava con il dito gli sfaccendati ) quella gente, danneggia chi, come me e mio padre, viviamo qui da trent'anni e siamo cittadini italiani, perchè quando arrivano i Carabinieri, non stanno troppo a distinguere tra balordi e brava gente, colpiscono nel mucchio".

Si riferiva evidentemente ai molti sfaccendati ben pasciuti e ben vestiti. Quel ragazzo mi ha raccontato di tensioni tra immigrati di diversa nazionalità, precisamente di pessimi rapporti tra senegalesi e maghrebini.Tensioni che si accendono verso sera quando i senegalesi e gli indiani scendono dagli appartamenti  per portare i figli a prendere una boccata d'aria.Tensioni a quanto riferitomi , sfociate in risse interetniche.

Io gli ho detto di essere impressionato dall'evidente stato di abbandono dell'area e in risposta m'ha detto : " Il movimento "vero" comincia la sera, con i viados che battono e con lo spaccio e le maxirisse ; questo che vedi non è nulla, al confronto."

L'area artigianale di via Bergamo e le sue immediate  adiacenze,nei pressi dell'Istituto Iperbarico, dietro la filiale della banca UBI ,non è meglio di piazza Affari.

In un parcheggio, proprio dietro la filiale UBI   ho visto (e fotografato) non meno di cinque automobili senza targa, alcune anche recenti, quindi presumibilmente rubate e poi  " cannibalizzate" cioè mancanti di parti, pneumatici, cerchi, portiere, specchi retrovisori  etc .

A ridosso di piazza Affari c'è un quartiere di villette ordinate , a ridosso di via Bergamo c'è una zona artigianale .

Immagino che per gli italiani che vivono a ridosso di una bomba sociale, non sia bella la convivenza, credo che non si sentano un granchè "arricchiti" dall'opporto culturale degli extracomunitari.

Credo che non si sentano un granchè felici, gli italiani ma anche gli extracomunitari "regolari" di convivere con fenomeni di delinquenza diffusa e impunita.

Questa mio breve racconto, non ha pretese; ho visto una situazione di degrado urbano e sociale  assoluto e ne ho raccontato.Punto.

Sarò razzista-fascista-leghista-xenofobo-razzista ?oppure semplicemente mi viene spontaneo immedesimarmi negli imprenditori di via Bergamo o delle persone perbene, italiane o straniere che siano, che vivono dei pressi di piazza Affari ?

I luoghi che ho citato , sono visitabili. Appositamente ho dato dei riferimenti , perchè possiate verificare quanto affermo.

Anzi, consiglio specialmente a chi parla ( a sproposito ) di un emergenza sicurezza "non  reale" o strumentalizzata a fini politici , di andare a dare un occhiata .

Trovo repellente che borghesi radical chic  , non si sforzino neppure di immedesimarsi nei loro concittadini a basso reddito, che quindi non possono cambiare casa e si devono rassegnare a vivere in ghetti , gomito a gomito con viados e spacciatori.

Più che altro trovo repellente che i radical chic scrivano "trattati di sociologia" , inneggiando alla bellezza dell' " incontro tra culture " dall'alto dei loro bei attici o dalle ville o villette ben lontane da piazza Affari. 

Se non altro perchè il loro mi pare un razzismo al contrario , mi suona quasi come : " Non ti piacciono i viados e i pusher sotto casa? SEI RAZZISTA!FASCISTA, ANZI NAZIFASCISTA! "

Schematizzo? può darsi. Le astrazioni le lascio agli intellettuali di sinistra. Alle astrazioni preferisco il pragmatismo.

Ad ogni modo, sarà un mio limite ma ;  è molto più spontaneo per me  immedesimarmi nella " sciura Maria " o nel " sciur Luigi " che si lamentano della maxirisse sotto il loro balcone , alle tre del mattino,  piuttosto che con Rachid Guardkebellohousol che m'ha offerto  droga in pieno giorno, a Zingonia. Si vede che sono "mentalmente chiuso" . 

Perdonatemi, nessuno è perfetto.

 Pike




10 giugno 2008

BERGAMO, RAGAZZA UCCISA A COLTELLATE DA UN TUNISINO

 
BERGAMO - Una ragazza italiana di 21 anni, Alessandra Mainolfi, è stata uccisa a coltellate in un appartamento di via Moroni in pieno centro a Bergamo. L'assassino è un tunisino di 25 anni, M.S., incensurato, in attesa del rinnovo del permesso di soggiorno.  L'uomo è  stato arrestato.

Pare che i due si conoscessero da tempo. Il delitto e' avvenuto nell'abitazione dell'uomo, un monolocale al primo piano di un edificio di via Moroni al civico 27. E' successo poco prima delle 11. Tra i due c'e' stata una lite , per cause che non sono ancora state chiarite. Poi l'uomo ha preso un coltello da cucina con una lama di 20 centimetri, e ha colpito più volte la ragazza all'addome, infine ha chiamato la polizia e si e' costituito. Quando i medici del 118 sono arrivati sul posto, la ragazza era ancora agonizzante, ed e' morta poco dopo. L'uomo, ora in carcere, e' sposato con una donna tunisina, dalla quale ha avuto due figli.
Foto Giovane donna accoltellata a Bergamo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. integrazione bergamo tolleranza clandestini

permalink | inviato da Pike il 10/6/2008 alle 11:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (29) | Versione per la stampa



7 giugno 2008

Immigrati clandestini; primi sequesti di case affittate in nero

 
Un esempio di come sono ridotte le vie di Zingonia
 

Denunciati gli affittuari nordafricani

E' scattato nella Bergamasca il primo sequestro di appartamenti affittati a clandestini da quando è entrato in vigore il pacchetto sicurezza emanato il 23 maggio. I carabinieri hanno messo i sigilli a due abitazioni di Zingonia, affittate a cinque marocchini dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti. I 5 immigrati, arrestati, pagavano "in nero" i proprietari degli immobili - anche loro nordafricani, ma regolari - che sono stati denunciati.

L'operazione è stata portata a termine dai carabinieri della Compagnia di Treviglio. I cinque marocchini pagavano circa 500 euro al mese per ciascun appartamento. I proprietari degli appartamenti sono stati denunciati per favoreggiamento e sfruttamento dell'immigrazione clandestina. Le abitazioni potrebbero essere presto confiscate, così come previsto dalla nuova normativa. 

Le indagini proseguono in queste ore per verificare l'eventuale attività di un'organizzazione criminale finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.
La zona di Zingonia, in provincia di Bergamo, è nota per la concentrazione di immigrati irregolari e già più volte alla ribalta delle cronache per episodi di criminalità.

Mi auspico che questa operazione sia la prima di molte,perchè , a differenza di chi gli extracomunitari li vede alla festa della "straminchia equa e solidale" , io vivo in un condominio degradato, so quindi di cosa si tratta e di cosa si parla.

Si tratta di convivere con " caporali " che acquistano o affittano appartamenti , per poi subaffittare " posti letto " . Si tratta di convivere con  un " turn over " di immigrati del 100% e spesso con  ubriaconi e violenti , quando non criminali.

Si tratta di convivere NON con persone che vengono a mettere radici nel nostro paese e quindi cercano di integrarsi,che meritano di essere aiutati ad integrarsi , ma con  avventurieri, che ( fino a poco tempo fa  ) sapevano di trovare nel nostro paese una tolleranza di natura ideologica slegata da ogni pragmatismo.   

I "caporali "  e i loro " clienti" hanno potuto spadroneggiare , in barba alle Leggi della Repubblica, per una malintesa idea dell'integrazione basata sulla  tolleranza di gesti criminali  o antisociali compiuti dai " migranti "  ,  messa in atto " senza se e senza ma "  in nome della " diversità culturale" . 

Questo approccio imbecille, di matrice catto-comunista ha contribuito a creare xenofobia, facendo quasi passare l'idea che i migranti sono al di sopra delle Legge.Da proteggere quasi fossero il panda gigante cinese, da proteggere sempre e comunque, anche quando delinquono e anche quando sono  chiaramente non VITTIME ma CRIMINALI.

Vivere in un condominio degradato , nel quale i " caporali " affittano i posti letto, costringe alle volte, in concreto a pulire il vomito o la piscia dell'immigrato e/o migrante , che s'è ubriacato ed ha avuto la bella idea di pisciare o vomitare sotto la tue finestre.E se gliel'hai fatto notare, magari t'ha pure mandato affanculo.

Le astrazione sono belle, i principi sono bellissimi.Ma talvolta cozzano la la puzza di piscia e l'odore di vomito, meno belli ma ahime, spesso ben più concreti e di tante belle parole che si dicono , alla
festa della straminchia equa e solidale.



 Pike



sfoglia     giugno        agosto
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom