Blog: http://CaffeNero.ilcannocchiale.it

Santa Afef Diavolo Allam

 

Un esempio di doppiopesismo mediatico.

La bellissima e tres gauche caviar, Afef Jnifen coniugata Tronchetti Provera, perfetto esempio di donna islamica emancipata , che conosce la società italiana alle prese con i veri problemi dell’integrazione e dell’incontro tra culture ( al centro islamico del Porto Rotondo ) s’è scagliata violentemente contro Magdi Allam, com’è noto recentemente convertitosi al cattolicesimo.

Dalle colonne de “ La Stampa “ ha definito “ diabolico “ Magdi Allam, perché denunciando il fondamentalismo vuole solo alimentare i conflitti,infiammare lo scontro di civiltà

Ma va oltre “Non c’è stato alcun esponente della destra, anche la più estrema , che abbia fatto un lavoro tanto negativo” ci dice a bella Afef coniugata Tronchetti Provera

Va oltre ancora, facendo riferimento alla conversione di Allam; prosegue dichiarando “ Ci risparmi almeno altre lezioni di malafede tra religioni” .

Evidentemente Allam non può più, in quanto cattolico, esprimersi sullo scottante tema dell’infiltrazione di estremisti ,nelle comunità islamiche italiane.

Non una parola sulle minacce di morte ricevute da Allam, che comunque viveva scortato già da prima della conversione.

Il doppiopesimo a cui assistiamo da parte di certo culturame gauche caviar è insopportabile.

Un “pezzo da novanta” del giornalismo italiano come Allam viene oscurato mediaticamente. L’evidente significato simbolico della conversione di Allam, battezzato da Sua Santità Benedetto XVI, viene sottaciuto,sopito,sfumato. Tanto,si sa, gli italiani, dimenticano.

C’è da scommettere che se l’ultimo degli italiani convertitosi all’Islam , dovesse essere spintonato durante una manifestazione, si urlerebbe all’attentato e si spanderebbero litri e litri di inchiostro , per il “ vile attentato”, che avrebbe la massima visibilità mediatica. Articoli e articoli e servizi nei TG di massimo ascolto.sparsi a piene mani dall’intellighenzia pennivendola di sinistra .

Viceversa delle pesanti minacce che riceve Allam, non parla nessuno.

Un esempio : mesi fa venne incendiato il portoncino d’ingresso di un centro islamico nell’hinterland milanese .La notizia venne ripresa da tutti i TG nazionali e dalla grande stampa: mobilitazione di solidarietà e attestati di stima non vennero lesinati.

Le minacce di morte a Magdi Allam, invece sono trattate come una “non notizia”.Un passaggio ai TG (sopendo e sminuendo s’intende) e via. Si è passati oltre.

Nel momento in cui si è convertito,evidentemente Allam ha perso lo status di facente parte di una minoranza ed è divenuto un “fascista-leghista-razzista” posto che parla senza tabù del fondamentalismo islamico montante.

Prima Allam veniva tollerato ( se pure malvolentieri) in quanto facente parte della minoranza oggetto della discussione, ora par suggerire Afef, non può più parlare.E’ cattolico.

Doppiopesismi. Pike

Pubblicato il 31/3/2008 alle 15.15 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web